0545.26457

Pasqua in PIEMONTE tra fiori, chiese e castelli
VIAGGIO IN CONFERMA

30 marzo - 1 aprile 2024

Prezzo: 480,00  Euro



PASQUA IN PIEMONTE 30marzo-1aprile 2024 Pasqua in PIEMONTE tra fiori, chiese e castelli<br><strong><u>VIAGGIO IN CONFERMA</u></strong>


RICHIEDI INFORMAZIONI >



Descrizione:

Un itinerario alla scoperta di uno dei tanti castelli del Piemonte, il Castello di Pralormo, e di alcune delle più belle Residenze Reali Sabaude: il Castello di Moncalieri, la Reggia di Venaria e il Castello della Mandria, passando poi per la Val di Susa, dove transitavano i pellegrini che percorrevano l’antica Via Francigena. Qui tappa imperdibile è la bellissima Sacra di San Michele, che completa il tour insieme alla Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso.

Sabato 30 marzo: Lugo – Castello di Pralormo – Castello di Moncalieri
Ore 5.00 partenza da Lugo - parcheggio Penny Market - in pullman G.T. per il PIEMONTE. Partenza anche da Imola e Faenza (da segnalare all’atto della prenotazione). Altri carichi possibili su richiesta. Sosta colazione lungo il percorso. In mattinata arrivo al CASTELLO DI PRALORMO e visita guidata agli interni del castello. Al termine della visita tempo libero per il pranzo e per visitare in autonomia il parco storico del castello con la fioritura. Nel primo pomeriggio proseguimento in pullman per Moncalieri. Ingresso e visita guidata al CASTELLO DI MONCALIERI (N.B. Le visite al castello si effettuano in gruppi di 25 persone ogni ora. Durante l’eventuale tempo di attesa tra un gruppo e l’altro ci sarà tempo libero per una passeggiata nel borgo di Moncalieri). Al termine della visita proseguimento in pullman per l’hotel nei dintorni di Torino. Sistemazione nelle camere. Cena e pernottamento.

Il CASTELLO DI PRALORMO, le cui origini risalgono al Medioevo, è stato trasformato in varie epoche in residenza nobiliare. L’aspetto attuale risale al XIX secolo ed è tuttora permanentemente abitato dai proprietari, i Conti Beraudo di Pralormo che lo possiedono dal 1680. La visita all’interno del Castello illustra ai visitatori alcuni dei principali ambienti, mostrando loro come si svolgeva la vita delle persone che vi lavoravano e vi abitavano nel periodo tra la metà del XIX° e l’inizio del XX° secolo. L’itinerario si snoda attraverso diversi ambienti, penetrando nelle più intime zone della dimora. In seguito a un viaggio in Olanda, Consolata Pralormo, nel 1999, pensò di dar vita nel parco storico del Castello ad un grande evento dedicato al tulipano. A partire quindi dalla primavera 2000, ogni aprile il parco ospita MESSER TULIPANO con la spettacolare fioritura di migliaia di tulipani e narcisi: ogni edizione di questo evento botanico ospita un nuovo piantamento, completamente rinnovato nelle varietà e nel progetto-colore.

Il CASTELLO REALE DI MONCALIERI è una delle principali Residenze Sabaude, tra le più titolate della Seicentesca “Corona delle Delizie” e dal 1997 è stato riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Per almeno cinque secoli il castello è stato dimora di duchi, principi e re della dinastia Savoia, alcuni dei quali scrissero fondamentali pagine di storia nelle sue maestose stanze. L’atto più importante fu il Proclama di Moncalieri, con il quale il 20 novembre 1849 re Vittorio Emanuele II, con la controfirma di Massimo d’Azeglio, scioglieva la Camera dei Deputati e faceva approvare alla nuova Camera il trattato di pace con l’Austria. Nel corso dei secoli è stato trasformato sia architettonicamente che come destinazione, adattandolo alle diverse esigenze della famiglia reale. Attualmente è sede del Comando e dei reparti operativi del 1° Reggimento Carabinieri “Piemonte- Liguria”. Il Castello Reale è sulla sommità di una affascinante collina, il Monte Calvo, che sovrasta il centro storico della città di Moncalieri.

Domenica 31 marzo: Sacra di San Michele – Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso – Torino
Prima colazione in hotel. Partenza in pullman per la VAL DI SUSA. Visita guidata alla SACRA DI SAN MICHELE (N.B. La Sacra di San Michele dista dal parcheggio bus circa 10/15 minuti a piedi in lieve pendenza). Al termine della visita trasferimento nella zona di AVIGLIANA per il pranzo di Pasqua in ristorante. Nel pomeriggio continuazione in pullman per la PRECETTORIA DI SANT’ANTONIO DI RANVERSO. Incontro con gli operatori e visita guidata al complesso. Al termine della visita rientro in hotel in pullman. Cena e pernottamento.

La SACRA DI SAN MICHELE, in Val di Susa, evoca bellezza, fascino e mistero. Quel mistero che la avvolge fin dalla sua costruzione, avvenuta tra il 983 e il 987 d.C. proprio lungo la Via Francigena. Un’imponente abbazia che, sfidando i principi della fisica, domina la cima del Monte Pirchiriano, all’imbocco della Valle di Susa. Un luogo meraviglioso e denso di spiritualità, custodito in origine dai monaci benedettini e che dal 1837 è affidato ai padri Rosminiani. La storia, il valore spirituale e il paesaggio che la circonda hanno ispirato lo scrittore Umberto Eco per il best-seller “Il nome della Rosa” e rendono la Sacra una meta di richiamo per visitatori da tutta Europa.

La PRECETTORIA DI SANT’ANTONIO DI RANVERSO risale all’anno 1188, quando Re Umberto III di Savoia la affidò agli Antoniani con l’intento di creare una struttura dotata di una foresteria per i pellegrini e una sorta di lazzaretto per i malati. Nel 1776 L’Ordine Antoniano venne abolito da papa Pio VI e la proprietà della Precettoria passò all’ordine Mauriziano, a cui è affidata tuttora. Il suo stile gotico di ispirazione d’oltralpe rappresenta un’autentica rarità nel panorama artistico italiano. Le precettorie erano strutture medievali composte da una chiesa con chiostro, alloggi dei monaci ed edifici destinati a foresteria, ospedale, magazzinaggio di prodotti agricoli, cascine e terreni di diverse centinaia di ettari.

Lunedì 1 aprile: Reggia di Venaria – Castello della Mandria
Prima colazione in hotel e carico bagagli. Partenza in pullman per la REGGIA DI VENARIA. Visita guidata alla reggia. Al termine della visita tempo libero per il pranzo. Nel primo pomeriggio proseguimento in pullman per il CASTELLO DELLA MANDRIA e visita guidata. Al termine della visita partenza del viaggio di ritorno con arrivo in serata.

La REGGIA DI VENARIA è un capolavoro dell’architettura e del paesaggio, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997. L’edificio monumentale vanta alcune delle più alte espressioni del barocco universale: l’incantevole scenario della Sala di Diana progettata da Amedeo di Castellamonte, la solennità della Galleria Grande e della Cappella di Sant’Uberto con l’immenso complesso delle Scuderie Juvarriane, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni, la spettacolare Fontana del Cervo nella Corte d’onore rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo dedicato ai Savoia che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile della Reggia. I Giardini della Reggia sono uno stretto connubio tra antico e moderno, un dialogo virtuoso tra insediamenti archeologici e opere contemporanee.

Immerso nei 3.000 ettari di prati e boschi del Parco naturale, il CASTELLO DELLA MANDRIA si trova a solo 2,5 km circa dalla Reggia di Venaria. Legato sino al XIX secolo al destino e alla storia della reggia, il Parco della Mandria e il Castello, il corpo di fabbrica situato su un’altura artificiale denominata la “Nuova Mandria”, viene destinato ad uso esclusivo e privato di Vittorio Emanuele II di Savoia già a partire dal 1859. In facciata al Castello vennero realizzati gli ambienti che tutt’oggi costituiscono i bellissimi Appartamenti Reali. Spaccato perfetto delle scelte e del gusto del sovrano, le oltre 20 sale mostrano al visitatore tutto il fascino di un grande protagonista del Risorgimento italiano che condivise parte della sua vita privata, proprio al Castello della Mandria, con la moglie morganatica Rosa Vercellana (detta la Bela Rosin) nominata contessa di Mirafiori e Fontanafredda.

N.B. Il presente programma potrebbe subire variazioni in merito all’ordine/modifica/cancellazione di visite/escursioni per cause imprevedibili al momento della sua stesura.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE minimo 22 partecipanti € 425
INGRESSI € 55 DA SALDARE IN AGENZIA
(Castello di Pralormo-Castello di Moncalieri- Sacra di San Michele-Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso- Reggia di Venaria-Castello della Mandria)
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA (numero limitato) € 80

La quota comprende: viaggio in pullman G.T.; sistemazione in hotel 4**** in camere doppie con servizi e trattamento di mezza pensione (bevande escluse); visite guidate come da programma; pranzo del secondo giorno (bevande incluse); auricolari; assicurazione medico-bagaglio; accompagnatore agenzia.

La quota non comprende: pranzi liberi, bevande ai pasti, ingressi, tassa di soggiorno (da riconfermare alla partenza), assicurazione annullamento viaggio (facoltativa - da confermare alla prenotazione), mance e quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

ISCRIZIONI da SUBITO con acconto di € 130. SALDO entro il 01/03/2024

Eventuali allergie e/o intolleranze alimentari vanno sempre segnalate all’iscrizione.

Penali applicabili in caso di rinuncia al viaggio (da calcolare sull’intero importo del viaggio):
- 25% dall’iscrizione fino a 30 giorni prima della partenza
- 50% da 29 a 20 giorni prima della partenza
- 75% da 19 a 10 giorni prima della partenza
- 100% dopo tale data o no show




Tour operator:
© 2024 Agenzia Viaggi Zaganelli S.R.L. - Cap. Soc. € 20.400,00 - Iscr. Reg. Imprese e cod FISC/P.I. 00534000393 - REA RA N.99989 - Credits - Privacy Policy - Cookie policy -